A cura del Team di JustAvv

Cosa di intende per  separazione con addebito?

Per separazione con addebito si intende l’ufficializzazione, tramite sentenza di separazione giudiziale, che la fine dell’unione coniugale sia imputabile unicamente ad uno dei due coniugi a causa di un comportamento ritenuto intollerabile a fini della prosecuzione del rapporto coniugale.

Tale comportamento deve rientrare nella sfera delle violazioni di uno o più doveri coniugali.

Come vedremo più avanti rientrano in questa sfera i doveri di fedeltà reciproca, di assistenza morale e materiale, di collaborazione nell’interesse della famiglia e di collaborazione. Ma non solo.

Come detto, è inoltre necessario che tale attribuzione di responsabilità sia contenuta nella sentenza di separazione giudiziale.

L’addebito della separazione è automatico?

Ovviamente la risposta è no: l’addebito della separazione non è automatico, nel senso che non viene concesso d’ufficio dal giudice della separazione.

Il coniuge interessato a far riconoscere la responsabilità per la fine del matrimonio all’altro coniuge deve dunque fare esplicita richiesta per l’addebito della separazione.

Quando si può chiedere l’addebito?

L’addebito della separazione non può essere chiesto in sede di separazione consensuale, né nell’ambito della separazione mediante negoziazione assistita.

Questo perché il solo modo di accertare una responsabilità è quello di ricorrere ad una sentenza di un giudice, in quanto essa non può essere stabilita di comune accordo tra due coniuge in fase di separazione.

L’addebito della separazione si ha dunque quando in sede di separazione giudiziale un giudice accerta la violazione di uno o più doveri coniugali da parte di un coniuge che ha causato una situazione di impossibilità a continuare il rapporto coniugale.

Addebito della separazione per tradimento

Tra i casi più frequenti di addebito della separazione c’è quello dovuto alla violazione del dovere di fedeltà e cioè al tradimento.

Da notare però un aspetto importante ai fini dell’addebito per tradimento. Anche nel caso di tradimento, infatti, l’addebito della separazione è possibile solo se l’infedeltà sia stata la causa della crisi coniugale e non, al contrario, una conseguenza della crisi.

 

Addebito della separazione per abbandono del tetto coniugale

Altro caso piuttosto frequente per l’addebito della separazione è l’abbandono della casa coniugale, qualora avvenga ingiustificatamente e nel caso in cui sia stato questo il comportamento determinante della crisi coniugale.

Addebito della separazione per violenze domestiche

Un altro caso in cui è possibile chiedere l’addebito della separazione è quello nel caso di violenze perpetrate da parte del coniuge (leggi anche addebito della separazione al coniuge violento).

Le conseguenze dell’addebito della separazione

Le conseguenze dell’addebito della separazione sono di natura puramente patrimoniale.
Subire l’addebito della separazione, in sintesi, comporta:

  1. La condanna a risarcimento delle spese legali del coniuge al quale non è stata addebitata la separazione
  2. La perdita del diritto all’assegno di mantenimento
  3. La perdita dei diritti successori verso il coniuge al quale non è stata addebitata la separazione.

Ovviamente l’addebito della separazione produrrà effetti di diversa entità a seconda delle condizioni economiche del coniuge destinatario di essa.

Addebito della separazione, assegno di mantenimento e alimenti

Coerentemente a quanto detto, e cioè che gli effetti dell’addebito variano a seconda delle condizioni della fattispecie, se da un lato il coniuge cui è stata addebitata alla separazione perde dunque il diritto a ricevere un eventuale assegno di mantenimento, dall’altro, qualora ne sussistano i presupposti, mantiene il diritto agli alimenti.

Il coniuge a cui viene addebitata la colpa della separazione potrà dunque percepire in ogni caso gli alimenti e cioè somme di denaro qualora si trovi in una situazione di reale bisogno.  
 
Analoghe considerazioni valgono anche per i diritti successori, anche se questi, è bene specificare, si perdono in ogni caso al momento del divorzio.

Domanda di addebito respinta dal giudice, quali sono le conseguenze?

La conseguenza, come per ogni tipo di causa, è la stessa: chi perde la causa paga le spese legali della controparte.

Strumenti alternativi all’addebito e risarcimento danni

È importante sottolineare come esista la possibilità di chiedere, a prescindere dall’addebito della separazione, l’eventuale risarcimento dei danni non patrimoniali (morali, esistenziali, biologici) e/o patrimoniali che il comportamento di un coniuge abbia causato.

Ovviamente per ottenere il risarcimento del danno devono sussistere presupposti ben precisi in materia di responsabilità civile.

Il risarcimento del danno, è bene ribadirlo, può essere chiesto ed ottenuto a prescindere dall’addebito della separazione.

Come trovare un avvocato specializzato in Separazione e Divorzio?

In caso di necessità di assistenza legale specializzata per separazioni e divorzi o di un avvocato divorzista non esitare a consultare JustAvv dove potrai trovare i profili di tutti decine di avvocati esperti in tutta Italia.

Potrai visionarne il profilo completo, contattarli via messaggio e chiedere gratuitamente un preventivo personalizzato per affiancarti e darti l’assistenza di cui hai bisogno.